non-si-tocca-la-famiglia

 

logo.png

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

*#NESSUNA MISURA SUL TEMA FAMIGLIA*

Il nuovo decreto non prevede alcun provvedimento per il sostegno alle famiglie soprattutto quelle numerose per le quali non è previsto alcun voucher baby sitting in aiuto alle mamme che ora resteranno a casa, senza scuola, senza nonni, con tre quattro bambini piccoli alcuni con lievi o gravi handicap, mentre i mariti torneranno al lavoro. Nessun riferimento alla scuola, al dibattito in corso sulle scuole paritarie, ad una possibile riapertura almeno per tutti gli alunni con bisogni educativi speciali che, registreranno un gravissimo regresso non potendo più usufruire di sostegno alcuno, e partecipando, solo dove possibile, con estrema difficoltà a lezioni di didattica a distanza per loro assolutamente insufficienti.

Questi sono servizi essenziali alla persona e alla cultura quanto lo sono musei ed altre attività che riapriranno, con le stesse, dovute, misure di sicurezza con le quali avrebbero potuto riaprire anche le scuole almeno per i casi difficili.

*Lo afferma Giusy D'Amico presidente dell'associazione Non Si Tocca La Famiglia* che aggiunge essere stato ignorato un altro servizio essenziale, a milioni di famiglie italiane, quello della fede e dei sacramenti.

Le ultime parole pronunciate ultimamente dal Santo Padre sul rischio di viralizzare la fede e la Chiesa, hanno posto subito in evidenza la conseguente necessità di tornare, con le dovute precauzioni, ad essere popolo: siamo invece nuovamente a restrizioni ingiustificate di fronte alle quali sosteniamo la Cei che ha fatto giustamente sentire la sua voce per concordare un protocollo su nuove disposizioni.

STAMPA IL COMUNICATO

Roma, 27 aprile 2020

                                          
L'Associazione si Tocca La Famiglia
                                                  L’Ufficio Stampa

 

 

 

                                                            

COPYRIGHT © ASSOCIAZIONE NON SI TOCCA LA FAMIGLIA