non-si-tocca-la-famiglia

EVENTO DA RICORDARE E NON MANCARE………!!!!!!

 

           Domenica 15 Settembre avrà luogo un concerto per la prevenzione e il contrasto alla violenza sulle donne presso il piazzale della parrocchia di San Giacomo a Nettuno.

            L'associazione Non si Tocca la Famiglia impegnata sul tema della famiglia, della vita e dell'educazione, in collaborazione con il Dipartimento delle Pari Opportunità e il Centro per la famiglia terrà un evento musicale con giovani talenti per dedicare poesie canti e riflessioni al tema dell'altissima dignità della donna, per rivalutare e approfondire i temi del rispetto, di rinnovate alleanze tra uomini e donne.

          Il rispetto passa per la bellezza e la musica dice molto più di tante parole, se a farlo poi sono i giovani ecco che acquista un valore aggiunto perché sono loro il futuro di questa generazione e il loro modo di cantare le donne può diventare contagioso nel bene e nella protettiva di un dialogo sempre più aperto e costruttivo sulla diversità che non può essere una barriera ma va riconosciuta come una ricchezza.

          Una proposta per tutti per rimettere al centro relazioni di fiducia e non di diffidenza tra maschi e femmine, per dare valore alle iniziative più diverse esaltando la complementarietà uomo e donna per la costruzione di una società più giusta, più aperta alla vita e alla famiglia quale humus di rinascita per relazioni feconde e positive.

          L'appuntamento è per le ore 17.30 nel piazzale della Parrocchia di “San Giacomo” a Nettuno.

         Si ringraziano il parroco, i giovani partecipanti, lo staff Non Si Tocca La Famiglia e il negozio Regina di Fiori di Nettuno Santa Barbara per l'allestimento floreale sul palco.

Roma 3 settembre 2019

                                             L’Ass.ne Non Si Tocca La Famiglia

                                                          LA SEGRETERA

COMUNICATO STAMPA

 

 

Non  Si Tocca La Famiglia  organizza un evento contro la violenza sulle donne nella città di Nettuno (Roma)

Domenica 15 Settembre 2019 ore 17.30

 

Siamo abituati a veder trattato questo argomento non di rado in chiave ideologica... abbiamo pensato che avremmo dovuto parlarne anche noi, offrendo uno sguardo in positivo per offrire prospettive diverse.

       Abbiamo dato vita ad un gruppo musicale Non si Tocca la Famiglia  con giovani talenti,  con la musica desideriamo  cantare  la bellezza del femminile, la ricchezza delle relazioni tra uomini e donne quale deposito  di armonica complementarietà per la costruzione di una società sempre più feconda e orientata alla vita.

La bellezza attrae e noi abbiamo scelto di cantare e di servirci della bellezza del suono e del canto per offrire anche ai nostri giovani uno spazio di espressione artistica che li coinvolgesse in prima linea per parlare di argomenti su cui anche loro hanno qualcosa da dire!

       Continua dunque l'avventura, seguiteci, prenotate la vostra partecipazione gratuita, sostenete con noi la diffusione di messaggi positivi dentro una sana cultura della vita.

Per qualsiasi informazione scrivici sulla nostra email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Roma, 26 agosto 2019

                                 

                                        L’Ass.ne Non Si tocca La Famiglia

                                                      La Segreteria

 

QUATTRO CONSIGLI PER AVVIARE UN DIALOGO CHIARO E SERENO CON LA SCUOLA E VIGILARE PER EVITARE CHE I VOSTRI FIGLI SIANO COINVOLTI IN PERCORSI EDUCATIVI NON CONDIVISI E DI POSSIBILE MATRICE IDEOLOGICA.

 

1) Prendere contatti con altri genitori sensibili e mettersi in rete. Quando vi sono le condizioni, possibilmente collegarsi ad associazioni di genitori /insegnanti, che possono guidare e sostenere le azioni da mettere in atto, è meglio evitare azioni isolate. Se non si hanno conoscenze in questo ambito  chiedere ai referenti delle associazioni segnalate in basso.

 2) Costituito un gruppo di genitori che renda  più efficace e incisiva l'azione, chiedere (è un diritto - dovere), di prendere visione del PTOF che in genere viene definito nel mese di Ottobre, pertanto attualmente sui siti della scuola troverete quello dello scorso anno (Ora è previsto dalla nuova legge Buona Scuola che sia un Piano Triennale dell'Offerta Formativa, prima si chiamava POF ed era annuale) e chiedete di visionare il PEC (Patto di Corresponsabilità Educativa) solitamente previsto per le scuole medie /superiori.

Chiedere, magari per iscritto, se non soddisfatti a voce, tutte le spiegazioni che si desiderano, eventualmente e se possibile in un incontro aperto a più genitori, in ordine a tematiche legate all'educazione di genere. Chiedere fotocopia almeno del PTOF (non si può negare essendo un documento pubblico che interessa direttamente i Genitori), magari pagando la copia visto che l’unica scusa che potrebbero addurre per non darla è questa. Controllare attentamente quali percorsi la scuola offre per arricchire il bagaglio formativo degli alunni.

3) A questo punto come gruppo di genitori, oppure un rappresentante di essi(meglio ancora se fosse proprio il rappresentante di classe) si può incontrare il dirigente per un opportuno scambio di idee e per avere informazioni generali relativamente al piano dell’offerta formativa in particolare in ordine ad attività curriculari, e soprattutto extracurriculari, che abbiano a che fare con: lotta al bullismo, contrasto alle discriminazioni e alla violenza di genere, educazione alla legalità, all’affettività, alla sessualità etc legate alla riforma e probabilmente presenti nel PTOF.

- Specificare chiaramente che in linea di principio siete favorevoli al fatto che la scuola educhi al contrasto di ogni forma di discriminazione, siete anche disposti a collaborare su queste emergenze, ma su temi etici tanto sensibili e che toccano la sfera valoriale dell'educazione data in famiglia, voi come genitori avete il primato educativo nei confronti dei vostri figli e chiedete che la scuola ne riconosca il diritto prioritario. (Se necessario sottolineate che tale primato è riconosciuto dalla nostra Costituzione e da numerosi trattati internazionali comunque citati nella nuova richiesta di Consenso Informato Preventivo

Non assumete atteggiamenti aggressivi anche dinanzi a possibili resistenze da parte del dirigente (abbiamo visto che non aiuta ...) ma mostrandovi disponibili all'alleanza con la scuola, chiarite con fermezza che da alcuni percorsi di cui non condividete contenuti e finalità,  chiedete vengano esonerati i vostri figli e date loro proposte  progettuali alternative che noi  vi offriamo con i progetti Non Si Tocca La Famiglia:

a) Progetto Lettura   

b) Nuovo progetto cineforum in collaborazione con il regista Pupi Avati "IL FULGORE DI DONY" 

 

4) Presentate dunque  il Consenso Informato Preventivo ( meglio se firmato da più genitori …) unitamente alla recente NOTA MINISTERIALE che ha riaffermato il diritto dei genitori ad esprimere liberamente il loro consenso su tutte le proposte che non rientrano nel curricolo obbligatorio delle discipline, depositate i due documenti    con le vostre  firme e quelle di altri genitori dove possibile, in segreteria presso l'Ufficio Protocollo acquisendo il numero della pratica.

 

STAMPA I DUE DOCUMENTI 

5) Se siete in gravi difficoltà potete fare riferimento alla nostra Associazione (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) che segue direttamente le tematiche sulla scuola con la guida di esperti Non Si Tocca La Famiglia e vi invitiamo a visitare  il sito nella sezione scuola: www.nonsitoccalafamiglia.org, oppure fare riferimento al Comitato Nazionale Difendiamo i Nostri Figli dove la nostra presidenza Non Si Tocca La Famiglia e' responsabile della commissione scuola. Riceverete supporto e chiarimenti. Risponderà  un team preparato su domande e perplessità, in collaborazione ad altre realtà associative coinvolte a livello nazionale.

Roma, A.S. 2019 - 2020

                                                                                 
                                                                            L’Ass.ne Non Si Tocca La Famiglia
                                                                                                LA SEGRETERIA

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

IL MIUR RISPONDE ALL'ASSOCIAZIONE NON SI TOCCA LA FAMIGLIA. Cancellato immediatamente lo stesso giorno della denuncia  "Hansel e Gretel" presente nella piattaforma SOFIA del MIUR come ente accreditato per la formazione.

Un primo passo di giustizia e di ricerca della verità a tutela dell'educazione dei bambini e delle  famiglie! 

Era inaccettabile una simile svista, stiamo lavorando  per tutelare l'educazione, la formazione degli educatori, la libertà dei genitori di educare i propri figli secondo i propri valori e principi,  nel rispetto delle leggi. 

       Lo afferma Giusy D'Amico auspicando che il lavoro trasversale tra associazioni di genitori, docenti e Ministero della Pubblica Istruzione  sia proficuo, a garanzia di un'  educazione libera e rispettosa della famiglia nella partecipazione attiva in seno alla scuola.

Roma, 24 luglio 2019

                                                                  Ass.ne Non Si Tocca La Famiglia

                                                                           Ufficio Stampa

 

View the embedded image gallery online at:
http://www.nonsitoccalafamiglia.org/news.html#sigProIde174d2047f

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

 

Al Signor Ministro della Pubblica Istruzione Marco Bussetti

 

L'associazione Non si Tocca la Famiglia chiede, nel rispetto dei moltissimi abusi perpetrati a danno dei bambini ed emersi dalle cronache di questi giorni, che  il Miur provveda subito alla cancellazione del Centro Studi Hansel e Gretel presente nella piattaforma SOFIA  come ente accreditato per la formazione delle competenze del personale scolastico.

Riteniamo gravissimo che alla luce dei fatti di Bibbiano dove aumenta l'orrore nei racconti che continuano a giungere di giorno in giorno, possa rimanere  un nome tanto inquisito e oscuro come quello dell'ente sotto inchiesta. 

Si faccia pulizia anche partendo da piccoli atti come questi per contribuire a porre in luce quanto va punito, quando sono coinvolti bambini e adulti educatori che invece di sostenere i più fragili hanno abusato del potere di educare.

Lo afferma il presidente dell'associazione Giusy D'Amico chiedendo intervento immediato del MIUR.

Scarica il Comunicato

Roma, 17 luglio 2019

                                                                       Ass.ne Non Si Tocca La Famiglia
                                                                                 Ufficio Stampa
 
View the embedded image gallery online at:
http://www.nonsitoccalafamiglia.org/news.html#sigProIde174d2047f
 

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

         L'attacco ideologico alla famiglia, che nei fatti di Bibbiano si è rivelato feroce e strutturato, dimostra nelle drammatiche testimonianze che via via giungono, l'inquietante sistema corrotto che sta dietro un mondo che avrebbe dovuto difendere i bambini e la famiglia.

Una certa stampa tace in modo vergognoso ma  noi continueremo a gridare contro l'abuso esercitato a danno di creature  innocenti e di famiglie inghiottite nel vortice di  rapporti collusi  tra magistratura e case famiglia.

Lo afferma il presidente Giusy D’Amico sostenendo la necessità che i bambini in situazioni di disagio rimangano nelle proprie famiglie, offrendo loro tempi più strutturati di controllo e supporto, da parte di educatori professionali e assistenti sociali, mantenendo i rapporti affettivi nelle abitazioni di appartenenza.

Scoperto tale traffico non potremo più permettere che vengano strappati i bambini agli affetti più cari. Si dia il via ad una Commissioni di inchiesta seria e che in modo trasparente dia aggiornamenti continui a noi cittadini visto che certe mostruosità sono state pure finanziate con i nostri contributi pubblici.

Siano inoltre erogati fondi per la gestione delle famiglie in difficoltà sostenendo le problematiche contingenti in casa propria, con la presenza di un garante. Le dovute eccezioni siano documentate con inequivocabile chiarezza. Diciamo basta a questo traffico di vite umane finalizzato alla distruzione della famiglia e non al recupero di relazione umane in crisi. Seguiremo passo passo questa orribile vicenda.

Si è lucrato fin troppo e senza pietà sui drammi affettivi, aggiungendo dolore a dolore.

Roma, 7 luglio 2019

 

COMUNICATO DA STAMPARE

                                                                  Ass.ne Non Si Tocca La Famiglia

                                                                           Ufficio Stampa

Campagna di sensibilizzazione al rispetto del sacro

NON SI TOCCA LA FAMIGLIA
#ProtestaColTuoNome

 
CONDIVIDETE ALZIAMO IL TIRO DELLA NOSTRA INDIGNAZIONE

#BastaOltraggi
#MiurAlzaLaVoce

 
 
INVIAMO TUTTI UNA MAIL DI PROTESTA AL MIUR

CON PROPRIA FIRMA E DATA

Al ministro dell'istruzione Marco Bussetti
Capo di Gabinetto Miur Dott. Chine'

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Gentilissimi,
dalla stampa e dal web, apprendiamo con sgomento come cittadini genitori famiglie e docenti che in alcune scuole romane sono state avallate iniziative dai contenuti che risultano davvero in antitesi con i principi ed i valori educativi del sistema scolastico.
Troviamo atto di vilipendio alla religione cattolica oltraggiare immagini di altissimo valore artistico e religioso per veicolare tra i giovani messaggi fuori regola ad esempio sulla normativa relativa ai farmaci etici.
Lo segnaliamo anche per chiedervi di verificare se il progetto ad esempio aveva ottenuto il consenso dei genitori.
Riteniamo cosa grave che si taccia a livello pubblico su un messaggio così offensivo, altamente strumentale e lontano dal vero cuore educativo che dovremmo offrire ai giovani, indirizzandoli ad un tipo di comunicazione più rispettosa del loro corpo della loro sessualità e del senso di responsabilità nei confronti della vita nascente.
L'educazione al rispetto verso gli altri e le cose che ci circondano si costruisce anche e soprattutto così.

Auspichiamo immediato intervento del MIUR e di tutte le iniziative dettate dal caso.

In attesa di cortese riscontro.

Cordialità

Data...................................

FIRMA...............................

 
 
 
 
 
 
 
 
IL MINISTRO BUSSETTI RISPONDE A NON SI TOCCA LA FAMIGLIA
 
 
 
 
 
 

Strict Standards: Non-static method modShinystatMedeot::getList() should not be called statically in /web/htdocs/www.nonsitoccalafamiglia.org/home/modules/mod_shinystat_medeot/mod_shinystat_medeot.php on line 20

Strict Standards: Only variables should be assigned by reference in /web/htdocs/www.nonsitoccalafamiglia.org/home/modules/mod_shinystat_medeot/tmpl/default.php on line 13

COPYRIGHT © ASSOCIAZIONE NON SI TOCCA LA FAMIGLIA