non-si-tocca-la-famiglia

  • - Comunicato Stampa - Nasce l'Osservatorio DFN

     
    L'Associazione NON SI TOCCA LA FAMIGLIA, sostiene l'opera del Comitato DNF, nel delicato dialogo con il Ministero della Pubblica Istruzione e della Ricerca, avendo al suo interno come Responsabile il Presidente Giusy D'Amico.
    Vi invitiamo a dare massima diffusione a questo servizio di vigilanza che avrà l'impegno di indagare sulla gravità di alcune proposte e segnalarle al Ministero con annessa critica pedagogica.
    L' Osservatorio Nazionale raccoglierà segnalazioni all'indirizzo di posta elettronica : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Presto sul sito www.diendiamoinostrifigli.it   indicazioni pratiche sulle modalità di segnalazione dei casi.
     
                                                                                     La Presidenza
     
     
  • - Comunicato Stampa del Comitato "DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI" del 8.10.2015

     

     

    Cirinnà 2, una vera presa in giro. Pronti ad una nuova mobilitazione

     

    icona pdf  Comunicato Stampa CDNF 08-10-2015

  • - Comunicato Stampa DNF 11.09.2015

    COMUNICATO STAMPA  "COMITATO DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI"  11.09.2015

    icona pdf 11.09.2015 LA COMMISSIONE GIUSTIZIA RECEPISCE IL GENDER?

  • 1 Congresso Comitato Difendiamo i Nostri Figli 12 dicembre 2015

    In data 12 dicembre 2015 presso il Centro congressi Roma Auditorium Antonianum sito in vilae Manzoni 1 si è svolto il 1 Congresso Nazionale del

    "COMITATO DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI" , alla presenza di circa 300 persone provenienti da tutta Italia-

    Nel corso del Congresso, molto interessante e costruttivo ci sono stati vari interventi dei soci fondatori, con chiusura del Presedente Prof. Massimo Gandolfini.

    Alla fine è stata data parola ai neo rappresentanti delle neo sedi locali del predetto Comitato.

     

    Intervento Giusy D'Amico al 1 Congresso

    Quotidiano La Croce 15.12.2015

     

     

     

  • 25 giugno alle ore 11.30 presidio di protesta davanti al MIUR - Roma

    Caro amico/a,
    come  Associazione Non si Tocca La Famiglia, membro del Comitato Difendiamo i nostri Figli
    abbiamo predisposto che il 25 giugno alle ore 11.30 ci troveremo a Roma con famiglie e bambini con i propri zainetti  per un presidio di protesta davanti al Ministero della Pubblica Istruzione .
    Non è una manifestazione in cui chiediamo un' affluenza  massiccia ma una presenza  "significativa" che con un passaparola mirato possa realizzare  un effetto sorpresa efficace .
     
    Presenteremo in quel giorno un MANIFESTO PER LA LIBERTÀ DI EDUCAZIONE  in cui chiederemo:

    - UFFICIALE RICONOSCIMENTO DEL CONSENSO INFORMATO PREVENTIVO sui progetti scolastici che vertono su temi educativi sensibili

    - ESONERO DA PROGETTI NON CONDIVISI DALLE FAMIGLIE

    - ATTIVITÀ ALTERNATIVA PER COLORO CHE SI ASTERRANNO DA TALI PERCORSI
    .   

    TI CHIEDO DI PARTECIPARE E  COINVOLGERE I TUOI AMICI  PER ESSERE PRESENTI  INSIEME A TANTE FAMIGLIE CON BAMBINI A CUI CHIEDIAMO DI PORTARE I PROPRI  ZAINETTI DI  SCUOLA, per indicare il ruolo fondamentale dei genitori nell' accompagnare i propri figli nel loro percorso nella scuola.
     
    http://www.difendiamoinostrifigli.it/flyer/manifestoscuola.pdf

    Questa iniziativa è per il bene dei bambini e per esigere che sia rispettata la libertà educativa delle famiglie,  riconosciuta dalla  Costituzione e dalla
    Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo
    che all'art. 26 recita:
    " Ai genitori spetta il diritto di scegliere il genere di istruzione da impartire ai loro figli."

    La tua presenza è IMPORTANTE  per  promuovere una prima azione pubblica che continuerà anche nel corso del prossimo anno scolastico, se non vedremo  concessa   giusta  tutela alla libertà di educazione.

    Passa parola tra i tuoi contatti !
    Ci vediamo il 25 giugno!
     
     
    Un caro saluto
    Giusy D'Amico
     
     
     
  • Abbiamo visto la famiglia risorgere "Circo Massimo" 30 gennaio 2016

    Una voce in presa diretta racconta il popolo del Family Day 2016: Gli eroi e le persone comuni, come li ha visti e vissuti e portati con se.

    di Ilaria Maria SORRENTINO sul Quotidiano "La Croce"

    Roma 5 febbraio 2016

     

    LogolaCroce  articolo Ilaria Sorrentino

  • COMUNICATO STAMPA 04 FEBBRAIO 2016

    COMUNICATO STAMPA

     

    L'Associazione Non Si Tocca La Famiglia, PROMOTRICE DEL FAMILY DAY 2016-CIRCO MASSIMO, denuncia le bugie che la senatrice Monica Cirinna' continua a vendere al paese come proposte di diritto e di trasparenza, dichiarando in senato come la orribile pratica dell' utero in affitto sia estranea al suo ddl.

  • Comunicato Stampa - DOPO LO SCANDALO UNAR E LE DOVUTE DIMISSIONI DEL SUO DIRETTORE, ORA SI DIA SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI DI FAMIGLIE , GENITORI E INSEGNANTI.

    logo per usare spedire email contatti 001
     
     
    COMUNICATO STAMPA
     
    DOPO LO SCANDALO UNAR E LE DOVUTE DIMISSIONI DEL SUO DIRETTORE, ORA  SI DIA SPAZIO ALLE ASSOCIAZIONI DI  FAMIGLIE , GENITORI E INSEGNANTI.
    FIRMA DIFFONDI E FAI FIRMARE LA PETIZIONE PER UNA STRATEGIA NAZIONALE RISPETTOSA DELLE FAMIGLIE.
  • COMUNICATO STAMPA DEL 26 FEBBRAIO 2016

    COMUNICATO STAMPA

     

    L'Associazione Non Si Tocca La Famiglia membro fondatore del Comitato Difendiamo I Nostri Figli, prendendo tristemente atto del clamoroso decesso della democrazia italiana, rileva con altrettanto sgomento che tale declino e' stato sancito dall'appoggio a questa brutta legge dai cosiddetti senatori cattolici.

  • Comunicato stampa del Comitato "Difendiamo i nostri figli"

    Carissimi questo il comunicato stampa del Comitato "Difendiamo i nostri figli". Faranno seguito altre proposte di azione di cui vi terremo aggiornati.

    Un caro saluto

    Nicola Di Matteo

  • Comunicato Stampa del Comitato "DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI" del 17.09.2015

    Comunicato Stampa del Comitato "DIFENDIAMO I NOSTRI FIGLI" del 17.09.2015

     

    icona pdf  Comunicato D.N. F. 17.09.2015

  • Consigli operativi concreti per contrastare l'introduzione dell'ideologia gender nell'insegnamento scolastico

    CONSIGLI OPERATIVI CONCRETI PER CONTRASTARE L’INTRODUZIONE DELL’IDEOLOGIA GENDER NELL’INSEGNAMENTO SCOLASTICO.

    Come agire e che cosa fare

  • DOCUMENTI UTILI - SCUOLA 2015-2016

    icona pdf Lettera ai Genitori

    icona pdf Nota al Consenso Informato Preventivo

    icona pdf Consenso Informato Preventivo

    icona pdf Nota al Patto Educativo di Corresponsabilità (PEC)

    icona pdf PEC - Punti Aggiuntivi

    icona pdf PEC-testo completo

  • Dossier casi gender nelle scuole

    Dossier casi gender nelle scuole elaborato in collaborazione con Pro Vita Notizie e
    per il quale il Prof.Furio Pesci responsabile dell'equipe dell'Associazione Non Si Tocca La Famiglia
    ha offerto la critica pedagogica ai percorsi educativi di dubbio valore educativo.

    http://www.difendiamoinostrifigli.it/pdf/scuola/Speciale_Dossier_Progetti_Gender_Scuola_ProVita.pdf

  • E’ il momento della scelta dei libri di testo per il prossimo anno scolastico

    Comunicato congiunto di Generazione Famiglia, Associazione Non Si Tocca La Famiglia e Associazione Comitato Articolo 26 per i genitori con figli iscritti alle scuole pubbliche primarie e secondarie, in particolare ai rappresentanti di classe.

  • Gender – Perché in Piazza San Giovanni il 20 Giugno?

    Da circa 18 mesi vari progetti che promuovono l’ideologia del Gender, l’omosessualità e la transessualità fra i studenti, sin dagli asili nido, sono stati promossi e finanziati con i soldi dei contribuenti dal MIUR, dall’UNAR e dalla rete Re.A.D.Y. composta da più di cento Comuni, Province o Regioni pro LGBT.

    È quindi sempre più diffusa è la consapevolezza che ci troviamo di fronte ad una vera e propria emergenza educativa, in particolare per quanto riguarda le tematiche dell’affettività e della sessualità.

  • GENITORI PRONTI PER IL NUOVO INGRESSO A SCUOLA DEI VOSTRI FIGLI 2017-18

    QUATTRO CONSIGLI PER AVVIARE UN DIALOGO CHIARO E SERENO CON LA SCUOLA E VIGILARE PER EVITARE CHE I VOSTRI FIGLI SIANO COINVOLTI IN PERCORSI EDUCATIVI NON CONDIVISI E DI POSSIBILE MATRICE IDEOLOGICA.

  • Iniziativa presso il Ministero dell'Istruzione 25 giugno 2016

    Una folla di eroi davanti al Miur oggi, bambini, genitori, nonni, insegnanti, giornalisti, sacerdoti, associazioni...e che nessuno dica che è facile andare sotto il palazzo a protestare,
  • INTERVENTO DI GIUSY D'AMICO IN COMMISSIONE CULTURA ALLA CAMERA COME ASSOCIAZIONE NON SI TOCCA LA FAMIGLIA del 15 Settembre 2015

    RECEPITO IL VIDEO DELL'INTERVENTO DI GIUSY D'AMICO IN COMMISSIONE CULTURA ALLA CAMERA COME ASSOCIAZIONE NON SI TOCCA LA FAMIGLIA del 15 Settembre 2015. DEPOSITATO IL NOSTRO DOCUMENTO DI CRITICA AGLI 8 DISEGNI DI LEGGE SULL'EDUCAZIONE DI GENERE E SOCIO AFFETTIVA NELLE SCUOLE.

    Il presidente dell'Associazione Non Si Tocca La Famiglia, in data 15 Settembre 2015 alle ore 14,00 ha presentato il documento di critica, di valutazione e di proposta, agli 8 Disegni di Legge sull'educazione di Genere e socio affettiva a scuola, nell'audizione avvenuta in Commissione Cultura alla Camera.
    Inaspettatamente da voci di corridoio, Giusy D'Amico, come accompagnatrice del dott. Massimo Gandolfini per il Comitato Difendiamo i Nostri Figli, ha appreso la notizia che le audizioni sarebbero state chiuse in giornata, contrariamente alle numerose richieste di intervento, da parte di molte associazioni in lista, tra cui la nostra.
    Approfittando della sua presenza in quel giorno alla Camera , ha chiesto di essere inserita nella lista degli auditi, anche solo per distribuire il nostro documento di critica al testo di legge, e distribuirlo a tutti i membri della Commissione.
    Non senza difficoltà e' riuscita a strappare anche un brevissimo intervento in qualità di presidente della nostra Associazione Non Si Tocca La Famiglia .

    Video dell'intervento di Giusy D'Amico

    E' stata concessa possibilità di parola dopo quelli aventi diritto in lista per la giornata.
    L'intervento in qualità di presidente ma anche di docente e genitore ha evidenziato la posizione contraria della nostra Associazione ad un disegno di legge che vuole educare i giovani a temi tanto delicati e profondi come l'amore, la sessualità, l'educazione di genere e il rispetto, nei quali solo la famiglia può intervenire ed educare.
    Si e' evidenziato come l'amore si apprenda in famiglia, si testimoni con atti concreti, i linguaggi con cui l'affettività si esprime sono patrimonio di quel rapporto quotidiano di crescita e ricchezza in famiglia, su cui lo Stato non può interferire, soprattutto quando esso si pone in evidente contrasto con il ruolo prioritario dei genitori, primi educatori dei figli.

    L'intervento e' stato interrotto quando la docente ha posto la problematica sul fatto che le vere emergenze non e' affatto rappresentata dalla necessita' di educare ai sentimenti e al genere, le vere emergenze sono le scuole aperte a Settembre con carenza di organici, cattedre scoperte, classi in sovraccarico, situazioni estremamente difficili dove la presenza di bambini stranieri in aumento non prevede supporto alcuno, dove l'iper attività non e' riconosciuta ed e' uno dei maggiori elementi di destabilizzazione delle classi.
    La scuola si e' sempre resa garante di un clima di accoglienza per ogni tipo di diversità, ma la sfera sentimentale e affettiva spetta solo alla famiglia.
    La presidente di Commissione non ha concesso ulteriore spazio di intervento alla presidente Giusy D'Amico se non due miseri minuti dopo i quali nonostante la palese disparità di trattamento applicata nei confronti dell'Associazione Agedo (anch'essa non presente nell'elenco giornaliero) la stessa Associazione e' stata messa in condizione di esprimere ampiamente non solo il proprio punto di vista, ma di ricevere persino diritto di replica.

    Il dato impressionante emerso al termine degli interventi e' stato che rispetto al continuo riferimento al coinvolgimento dei genitori,
    la presidente ha affermato che purtroppo si vorrebbero coinvolgere i genitori ma sistematicamente le riunioni con i genitori vanno praticamente deserte...
    Ecco perche' consigliamo caldamente di partecipare alle RIUNIONI E CANDIDARSI come rappresentanti di classe e di Istituto.

    Il ruolo primario della presenza genitoriale a scuola, gioca a vantaggio dei nostri figli nelle scelte di approvazione o disapprovazione di certi progetti educativi che continuano ad entrare nelle scuole e sui quali le nostre critiche pedagogiche concordano nel ritenerli il più delle volte responsabili di visioni dell'uomo, antropologicamente distorte.

     

    icona pdfDOCUMENTO DEPOSITATO IN COMMISSIONE CULTURA ALLA CAMERA SU EDUCAZIONE DI GENERE NELLE SCUOLE 15.09.2015

    VIDEO INTEGRALE DELLE AUDIZIONI DEL 15 SETTEMBRE 2015

     

                                                                                                                              L'ASSOCIAZIONE

                                                                                                                       NON SI TOCCA LA FAMIGLIA

  • LA GRANDE MANIFESTAZIONE CIRCO MASSIMO 30 Gennaio 2016

    Quello che i giornali non dicono sul Family day,

    ce lo scrive Nicola Di Matteo, socio fondatore del Comitato Difendiamo i Nostri Figli e artefice principale dell’organizzazione  del grande evento al Circo Massimo.

COPYRIGHT © ASSOCIAZIONE NON SI TOCCA LA FAMIGLIA